Il rione degli Scacciati. Il più antico quartiere di Palestrina

Alle spalle del Museo Archeologico Nazionale, in un dedalo di viuzze e vicoletti, si apre il rione degli Scacciati, il più antico quartiere di Palestrina.
La nascita del quartiere è collegata ai funesti eventi che coinvolsero Palestrina negli anni trenta del 1400, a seguito dei contrasti tra la famiglia Colonna e il pontefice Eugenio IV Condulmer, che si conclusero con l’invio del capitano della chiesa, il cardinale Giovanni Vitelleschi alla testa di un esercito contro la città di Palestrina.

La città venne assediata e pesantemente saccheggiata, chi poté scappò altrove. La furia non risparmiò neanche la Basilica Cattedrale di Sant’Agapito Martire che subì lo spoglio delle campane, la distruzione della cripta medievale con l’asportazione delle reliquie del santo patrono che furono trafugate a Corneto – Tarquinia.

Gli Scacciati furono quei cittadini che, cacciati dalle loro abitazioni, trovarono rifugio e protezione alle spalle del palazzo dei Colonna, iniziando la costruzione di un agglomerato urbano, che ben presto prese la forma di un vero e proprio rione. Tanto che Stefano Colonna diede inizio alla ricostruzione di Palestrina proprio dal rione degli Scacciati che ben presto si vide provvisto di nuove mura, di accessi fortificati e di una chiesa, la parrocchia della Santissima Annunziata. Il quartiere, e con lui la città, aveva ricominciato a vivere.

L’identità storica del rione degli Scacciati restò inviolata fino al secondo conflitto mondiale, quando i pesanti bombardamenti alleati del gennaio e del giugno del 1944, in gran parte lo danneggiarono, privando gli abitanti del quartiere della chiesa della Santissima Annunziata, l’edificio simbolo del rione e centro di aggregazione. Anche oggi come allora la ricostruzione della città di Palestrina dopo la Seconda Guerra mondiale passò attraverso lo Scacciato. La chiesa della Santissima Annunziata, su progetto dell’architetto Vincenzo Fasolo, fu il primo edificio che venne ricostruito dell’intera città.

Per chi volesse approfondire consigliamo il volume della collana Conoscere Palestrina di Massiamo Guerrini Editore Entità di una distruzione, Identità di una ricostruzione, la chiesa della Santissima Annunziata e il rione degli Scacciati, Palestrina, 2013

2 Comments
  1. Interessante e suggestivo questo racconto della ricostruzione.
    La voglia di vita e di futuro, nell’animo e nei cuori degli abitanti di questo luogo, che sono stati più forti di ogni distruzione.

    Antonella 2018

  2. Commovente e suggestiva questa ricostruzione.
    La voglia di vita e di futuro degli abitanti di questo luogo, sono stati più forti di ogni distruzione.

    Antonella 2018

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *